A un secolo dalla prima apparizione, la statua mariana presente in Cattedrale per un’intensa giornata di celebrazioni: tra le altre, Messa per i malati, raduno dei chierichetti, Messa solenne e Rosario serale con l’Arcivescovo. Lettera d’invito del Vicario generale, mons. Mario Delpini

Carissimi,

in questi cento anni (dal 13 maggio 1917) il messaggio dell’evento di Fatima ha raggiunto tante sofferenze e le ha consolate, ha provocato molti a conversione, ha continuato dire la parola essenziale di Maria: “Fate quello che Gesù vi dirà”.

La ricorrenza del centenario offre alla Chiesa ambrosiana un momento di grazia particolare perché la statua della Madonna di Fatima sarà presente in Duomo proprio il 13 maggio per invitare tutti a preghiera per le intenzioni che ci sono più care e per le necessità della nostra Chiesa e del nostro paese.

Pertanto, a nome dell’Arcivescovo cardinale Angelo Scola, invito tutti a prendere visione del programma delle celebrazioni (in allegato ndr) e a predisporsi a partecipare, a ricevere grazie, a condividere la devozione alla Madonna per essere disponibili al cammino di fede, di conversione, di carità che papa Francesco ci ha raccomandato nella sua visita a Milano.

Guardando a Maria impariamo a credere alla “possibilità dell’impossibile” e a fare della nostra vita una testimonianza contro la rassegnazione e la tristezza cantando l’alleluia di Pasqua e camminando verso il Regno di Dio che viene.

La Madonna di Fatima invochi per noi ogni benedizione.