Nell’età della preadolescenza l’esperienza del pellegrinaggio assume un ruolo importante nell’educazione alla fede. In particolare Assisi rappresenta una meta altamente simbolica per incontrare la spiritualità di San Francesco. Perciò sono molti i gruppi di preadolescenti che già negli scorsi anni hanno aderito alla proposta del pellegrinaggio diocesano ad Assisi. Quest’anno si terrà dal 23 al 25 aprile. Chi vi parteciperà respirerà la spiritualità francescana, andando alla sua origine, e gustando la gioia e l’entusiasmo di chi evangelizza seguendo le orme di san Francesco oggi. Una meta altamente simbolica, per un pellegrinaggio caratterizzato da alcuni momenti comuni da vivere insieme.

Lunedì 24 aprile la festa di accoglienza e testimonianza presso il sagrato di Santa Maria degli Angeli: alle 17.15 accoglienza e prove di canto; allee 18 festa e testimonianze; a seguire ingresso in Porziuncola; la conclusione è prevista alle 20.30. Martedì 25 aprile, alle 8.30, la Santa Messa presso la basilica di Santa Maria degli Angeli, presieduta da monsignor Paolo Martinelli, frate minore cappuccino, Vescovo ausiliare di Milano, Vicario episcopale per la Vita consacrata maschile. Per il resto ogni gruppo organizzerà in autonomia il viaggio.

Un valido strumento per preparare il pellegrinaggio è il sussidio Un biglietto per Assisi (Centro Ambrosiano). I temi trattati sono adatti al percorso dei preadolescenti che conduce alla Professione di fede: il Battesimo, la mia storia, la vocazione, la scelta, l’amicizia, la preghiera. C’è poi un richiamo esplicito a uno stile che si rifà alla spiritualità francescana e che può tradursi in scelte concrete da parte dei ragazzi: la scelta della povertà, della fraternità, della santità. Il sussidio contiene anche uno schema per un ritiro, suggerimenti per un’attività finale e schede specifiche per la visita di Assisi.